Temazcal: come funziona questo antico rituale purificatorio

Ricordo ancora il mio primo temazcal come una delle esperienze più intense di tutta la mia vita. Mi trovavo a Sydney, nel backyard della casa di una mia amica cilena. Quando ho accettato il suo invito non sapevo bene cosa aspettarmi: ho seguito il mio istinto spinta dalla curiosità di prendere parte a un rituale così antico e così sacro per la cultura maya.

Forse in quel momento non ero pronta – o forse lo ero – ma avevo bisogno che le cose andassero esattamente come sono andate. Non sono riuscita a terminare l’intero ciclo; ho ascoltato il mio corpo e la necessità di interrompere il mio viaggio e di uscire da quella grotta.

Poi è passato tanto tempo da quel pomeriggio. Ho trascorso un anno in Asia viaggiando da sola e ho imparato a controllare maggiormente la mia emotività; ho partecipato a numerosi temazcal e ho imparato a capire quando sono le mie paure a dirigere la mia orchestra. Anche se solo in parte, ho imparato a saperle riconoscere e a osservarle con occhi oggettivi e distaccati.

temazcal

Conosciuto anche come capanna sudatoria o capanna del sudore, In lingua azteca la parola temazcal significa tempio di vapore. Ed è proprio di questo che si tratta: un tempio, un luogo sacro, un canale che consente di purificare corpo e anima per entrare in contatto diretto con la Pachamama, la madre terra.

Pensate al temazcal come alla versione ancestrale e indigena delle saune moderne. La tradizione del temazcal arriva dal Messico ma è diffusa in tutto il Centro America. Molte famiglie in Guatemala, per esempio, hanno un temazcal nel proprio giardino.

Il temazcal non è altro che una grotta costituita da rocce vulcaniche o cemento. A me piace definirlo un po’ come un forno per umani, perché la struttura assomiglia tanto a quella di un forno per la pizza, solo che le dimensioni sono nettamente maggiori e al suo interno non ci va la pizza ma persone in carne e ossa. Tipo me.

Il principio del temazcal consiste nel purificare il corpo e nel restituire la propria essenza alla terra.

I suo interno viene paragonato a un utero materno e per questo motivo il rituale avviene completamente nudi e sedendosi direttamente per terra per fare in modo che il proprio sudore possa essere assorbito dalla Pachamama.

Il calore viene generato da una serie di pietre vulcaniche incandescenti – chiamate abuelitas, ovvero nonne- che ardono all’interno del temazcal.

Non si tratta di un semplice bagno di vapore per esfoliare la pelle, ma di una vera e propria possibilità per entrare in contatto con la nostra essenza femminile e con il nostro essere.

Ho partecipato al mio ultimo temazcal proprio ieri in compagnia di due care amiche e compagne di avventura: una ragazza uruguayana e una colombiana.

Leggi anche Aprire i Chakra: Oli Essenziali Per Purificare l’Anima

temazcal, beauty tips naturali, the lazy trotter

Il ciclo è durato circa due ore, ma questa volta non mi sono lasciata sopraffare dalle emozioni. Ho ascoltato il mio corpo rispettando i limiti imposti dalla mia pressione bassa, ma ho anche avuto la forza di spingermi un po’ più il là, perché è proprio quando si superano i propri timori che inizia la vera magia.

A guidare il nostro viaggio ci hanno pensato una serie di elementi naturali: pietre e cristalli, ramoscelli di rosmarino e salvia con cui picchiettare la pelle per mandare via le energie negative; oli essenziali per aprire le nostre vie respiratorie.

I nostri corpi sudavano, espellevano strascichi di storie passate e di ferite che hanno bisogno di essere rimarginate. I nostri spiriti volavano alti. A guidare il nostro viaggio il ritmo dei tamburi e delle nostre mani.

La nostra essenza tribale. La voce del nostro canto. La vibrazione dei nostri om prolungati con l’obiettivo di allineare e aprire i chakra. Abbiamo pianto, abbiamo urlato, abbiamo riso, abbiamo cantato e ballato.

Ci siamo messe a nudo, senza paure e davanti agli occhi protettivi della Pachamama che, come tutte le madri, sapeva benissimo di cosa avevamo bisogno: appena uscite dal temazcal siamo state abbracciate da un’abbondante pioggia tropicale.

Basta saper chiedere con gentilezza e l’universo risponde. Sempre.

temazcal, beauty tips naturali, the lazy trotterthe lazy trotter, temazcal, beauty tips naturali

3 Discussions on
“Temazcal: come funziona questo antico rituale purificatorio”

Leave A Comment

Your email address will not be published.