Frasi sui viaggi: 50 citazioni per viaggiare con le parole

Per un'amante della parola come me, non vi nascondo che spesso mi capita di trascorrere ore online alla ricerca di frasi sui viaggi che possano…

Continua a leggere...

Workaway: cos’è, come funziona e perché è una figata

Eccomi, ci risiamo a parlare di metodi per vivere viaggiando. Hai mai sentito parlare di Workaway? Se la risposta è negativa, concediti pure 5 minuti…

Continua a leggere...

Lavorare Viaggiando: come trasformare un sogno in realtà

Hai mai pensato di prenderti un anno libero e di lavorare viaggiando? Quante volte ti sei ritrovata con il collo ripiegato su Instagram a sganciare doppi cuori…

Continua a leggere...

Nostalgia Canaglia. Italia (a volte) manchi

A volte arriva senza neppure lasciarti il tempo di proteggerti. Arriva fredda, gelida; ruvida e dura, come uno schiaffo che vibra sul volto rilassato dal calore dell’alcol. Arriva e ti colpisce dritta al cuore; un colpo ben piazzato che non lascia spazio a seconde interpretazioni. C’è chi la chiama home sickness, nostalgia o semplicemente malattia del viaggiatore. Io la chiamo voglia di casa, voglia della mia terra. Desiderio di lasciarmi avvolgere

Continua a leggere…

Scende la pioggia, ma che fa?

[Diari di viaggio. Appunti durante la stagione dei monsoni a Dharamasala, India] C’è qualcosa di eternamente seducente nella stagione dei monsoni. Il cielo diventa una spugna impregnata di acqua e la mano di Dio la stringe con forza e avidità. La pioggia precipita incessante, come se fosse l’ultima volta ad allietare la feroce sete della terra. Il suono dell’acqua rimbomba nella valle violento e costante, trasformandosi in un mantra che rasserena

Continua a leggere…

Affogare per imparare a respirare.

[Diari di viaggio. Appunti di una notte ad Had Yuan – Thailandia. Settembre 2014] Il cielo è illuminato da una leggera polvere di stelle. Intorno a me la natura si sveste, mostrandomi il suo profilo più morbido in tutta la sua generosità. A quest’ora la baia ha un sapore diverso, un sapore più intimo, più delicato. Non ci sono bagnanti a occupare la spiaggia; nessun telo steso sulla sabbia, nessuna crema abbronzate,

Continua a leggere…

Orgoglio (senza pre-giudizio)

Ieri l’orgoglio è venuto a bussare alla mia porta. Lo ha fatto in maniera subdola: avvicinandosi silenziosamente verso l’uscio, travestendosi di calma apparente, per poi buttare giù con forza e prepotenza qualsiasi tipo di selezione all’ingresso che in questi anni di esperienza sia riuscita a sviluppare. Ay. Era da tempo che non mi accendevo così. Niente di particolarmente eccessivo, eh, ma solo quella sensazione di fuoco che ti pervade il

Continua a leggere…