Natale nel mondo: tradizioni e usanze strampalate in ogni angolo del globo

Curiosi di scoprire come viene festeggiato il Natale nel mondo? Ci sono alcuni luoghi in cui è proprio la cultura locale a renderli così unici e indelebili nella nostra memoria e alcune tradizioni possono apparire più strampalate di altre, specialmente se legate a quel mese dell’anno in cui tutto si tinge di rosso e l’aria profuma di cannella.

Dal caganer catalano, personaggio del presepe intento a farla tra un pastorello e l’altro, alle scorpacciate di libri durante la vigilia in Islanda, alla piñata messicana… Paese che vai, usanze che trovi. E questo già lo sappiamo noi spiriti vagabondi che non facciamo altro che gironzolare da una latitudine all’altra. Vi va di scoprirle insieme?

Natale nel mondo: tradizioni e usanze strampalate in ogni angolo del globo

Italia 🎄 Buon Natale!

E iniziamo proprio dal nostro Bel Paese per scoprire come si festeggia il Natale in Italia e nel mondo.

La tradizione dell’epifania, e quindi dell’arrivo di quella stra figa della signora Befana che vien di notte con le scarpe tutte rotte a bordo di una scopa a zero impatto ambientale per ricordarti che il karma is a bitch e quindi se ti sei comportato male riceverai solo carbone perché è questo quello che meriti… beh, quella è una tradizione tutta nostra.

Messico 🎄 ¡Feliz Navid

Tra le varie tradizioni natalizie nel mondo, in Messico c’è quella di rompere una piñata – detta anche pentolaccia – vale a dire un grosso contenitore super colorato fatto di cartapesta e pieno di dolci e caramelle.

Sì, insomma, avete capito di cosa sto parlando: quei grossi pupazzi dalla forma bizzarra e dal look un po’ pacchiano fatti di nastrini vari da tirare giù a suon di palate con una grossa mazza.

Ma il vero divertimento non finisce qui, considerato che la persona che ha il compito di rompere la piñata ha gli occhi bendati e il gioco consiste proprio nel tirare dei forti colpi nell’aria fino a distruggerla completamente e godere tutti insieme del suo dolce bottino. Andale, andale! 

Sud Africa 🎄Geseënde Kersfees!

Se fino a questo momento non abbiamo fatto altro che rassegnarci al pensiero di trascorrere gennaio a piangere lacrime amare a suon di diete e palestra per smaltire tutti quei deliziosissimi peccati culinari a cui non possiamo rinunciare durante le feste, probabilmente abbiamo solo perso tempo. La vera prelibatezza, ragazzi miei, è un’altra.

In Sud Africa uno dei piatti tipici delle feste di Natale sono i bruchi fritti. Tra le tradizioni di Natale nel mondo questa trovo che sia una delle mie preferite. Insomma, non riuscite a immaginare una bella tavolata terrona da 25-35 persone tra zii, nonni, nipoti e parenti vari, in cui tra un piatto di antipasti misti e l’altro ci si passa anche dei vassoi pieni di succulenti bruchi fritti?

In molti dicono che gli insetti saranno il cibo del futuro… che ne dite di iniziare a stare al passo con i tempi proprio durante il periodo di Natale?

Australia 🎄 Merry Christmas!

Siete mai stati in Australia? Io ci ho vissuto due dei due anni più straordinari della mia vita vendendo fiori al mercato di Byron Bay e tuffandomi nello stile di vita di Sydney, riempiendo anima, cuore e curriculum di una serie di esperienze che hanno plasmato inevitabilmente la donna che sono diventata oggi.

Se pensavate che il Natale venisse festeggiato solo a suon di cioccolata calda, gelo, guanti e coperte vi sbagliavate di grosso. In Australia l’arrivo del Natale coincide con l’inizio dell’estate e l’intero paese si avvolge di un’atmosfera natalizia in chiave tropicale.

Le temperature aumentano, gli strati di vestiti indossati diminuiscono e per strada si vedono palme decorate come se fossero abeti, palline e lucine appese su amache, tavole da surf e chi più ne ha più ne metta.

Considerando poi che gli australiani amano vivere le loro giornate all’aria aperta, non sorprendetevi se lo sport nazionale in occasione del Natale consiste proprio nell’andare in spiaggia o nel fare un barbecue sotto il sole tra litri di birra, chiacchiere, sorrisi, sole e un tuffo nell’oceano.

Catalonia 🎄 Bon Nadal!

E per scoprire veramente come si festeggia il Natale nel mondo non possiamo dimenticarci della Catalonia e del suo caganer. Del suo coooosa? Ebbene sì, lazy and gentlemen, tra i vari personaggi del presepe in terra catalana c’è anche quello raffigurante un uomo accovacciato intento a defecare.

Questa tradizione affonda le proprie radici nell’epoca barocca, più precisamente tra il XVII e il XVIII secolo, quando il caganer è apparso per la prima volta nel presepe catalano e da allora non se ne è potuto più farne a meno. Anzi! Non includerlo sarebbe stato un vero sinonimo di malaugurio.

Naturalmente i tempi cambiano e oggi giorno esistono diverse variazioni del caganer che viene raffigurato in chiave ironica con le sembianze di personaggi reali, meglio ancora se appartenenti al mondo dello sport, arte o politica.

Chissà se chi sogna di diventare famoso in Catalonia lo fa anche nella speranza un giorno di potersi conquistare un posticino nel presepe delle famiglie catalane.

Canada 🎄 Joyeux Noël! 

E adesso non mi venite a dire di non aver mai sognato segretamente di aprire la cassetta della posta e trovare la risposta alla vostra letterina firmata niente po po’ di meno che da Babbo Natale in persona.

Immaginate quanta magia ci accompagnerebbe mentre apriamo quella busta e ci accingiamo a scoprire che tipo di calligrafia abbia il vecchietto panzone più amato di sempre.

In Canada tutto questo non è solo un sogno ma una vera e propria realtà: negli uffici postali di tutto il paese centinaia di volontari ogni anno sono occupati a rispondere a ogni singola lettera o cartolina che viene spedita al seguente indirizzo: Santa Claus, North Pole, Canada, HOHOHO.

Tra i vari modi di festeggiare il Natale nel mondo questo trovo che sia un dettaglio a dir poco meraviglioso: quasi quasi provo a mandare una letterina anche io e chissà… magari sono talmente fortunata da ricevere una risposta!

Guatemala 🎄 ¡Feliz Navidad!

Uno degli angoli del mondo che preferisco in assoluto: se non siete mai stati in Guatemala vi consiglio di organizzare il vostro primo viaggio subito, meglio ancora se a dicembre per scoprire le sue tradizioni natalizie.

I festeggiamenti hanno inizio in occasione del 7 dicembre con un vero e proprio “falò del diavolo” in cui vengono accesi numerosi falò per strada per bruciare piñata raffiguranti un piccolo diavoletto. Secondo la tradizione, infatti, il fuoco ha il potere di eliminare tutte le energie negative.

Un’altra caratteristica del Natale in Guatemala sono i suoi presepi anche chiamati “belen”, vale a dire la rappresentazione della natività in chiave indigena che include alcuni dettagli ed elementi tradizionali come stoffe e abiti locali.

Un po’ come se in Italia aggiungessimo al nostro presepe anche dei personaggi strettamente legati alla nostra cultura popolare, come per esempio dei ballerini di pizzica e così via.

E non sarebbe neppure male immaginare i vari personaggi del presepe indossare i nostri vestiti: che ne dite di San Giuseppe rappresentato in chiave rapper fresco fresco dalla periferia milanese con tanto di cappellino storto e la pelle ricoperta di tatuaggi?

Islanda🎄Gleðileg jól!

Per scoprire come si festeggia il Natale nel mondo questa volta dobbiamo puntare la nostra bussola verso nord e volare in Islanda per lasciarci avvolgere da un’usanza che trovo a dir poco meravigliosa.

Farsi venire in mente qualche idea originale per trovare il regalo giusto in Islanda non è nella lista delle preoccupazioni che precedono questo periodo dell’anno.

E già perché, come da tradizione, in questa terra dalla bellezza paesaggistica straordinaria la sera della vigilia ci si scambia un buon libro con amici e parenti e si trascorre tutta la notte a leggere, meglio ancora se sotto una coperta calda circondati da qualche candela che rende il tutto molto più hygge.

A quanto pare il popolo islandese ha un vero e proprio pallino per la letteratura: il periodo che va da settembre a dicembre viene chiamato dalle case editrici “Jolabokaflod, vale a dire una sorta di inondazione di libri in occasione del Natale, che non a caso rappresenta il maggior momento di vendita per le case editrici del paese.

Ma la passione islandese per la letteratura non finisce qui: in media si considera che un islandese su dieci abbia pubblicato un libro. Mica male, vero?

Giappone 🎄 メリークリスマス!

Amo, amo, amo il Giappone e tutto ciò che lo riguarda, specialmente tutte quelle usanze un po’ bizzarre che lo rendono così unico e speciale.

Sebbene si tratti di un paese a maggioranza buddista, anche il Giappone ha le proprie tradizioni natalizie e tra questa c’è anche quella di consumare il pranzo di Natale presso la catena di fast food KFC. 

Follia allo stato puro se si pensa a tutte le meraviglie culinarie offerte da questa terra e le si paragona, invece, a una porzione a base di colesterolo, grassi e pollo fritto della famosa catena di Kentucky Fried Kitchen. 

A quanto pare questa strana usanza ha iniziato a prendere forma durante gli anni 70 quando gli stranieri che vivevano in Giappone erano alla ricerca di un luogo dove poter mangiare del tacchino in occasione del Natale.

La catena di fast food ha implementato una campagna marketing talmente potente che adesso quella di mangiare da KFC il giorno di Natale è diventata una tradizione per i giapponesi stessi che addirittura prenotano il proprio pasto mesi in anticipo per essere certi di non rimanere a digiuno! 

natale nel mondo, tradizioni di natale nel mondo

 E voi conoscete qualche altra tradizione particolare con cui viene celebrato il Natale nel mondo? Ne avete creata una con la vostra famiglia?

Che decidiate di trascorrere la notte leggendo libri, mangiando KFC o scolpendo una piccola statuetta che vi ritrae intenti a defecare… mi auguro che il vostro sia sempre un Buon Natale! 

E Babbo… se sei in ascolto, ricorda che non ce ne facciamo niente di sciarpe e pigiami: noi vogliamo vivere viaggiando e quindi nella nostra letterina troverai solo VIAGGI, VIAGGI e ancora VIAGGI!

Seguitemi nei miei viaggi su Instagram, vi aspetto per chiacchierare insieme!

 

13 Discussions on
“Natale nel mondo: tradizioni e usanze strampalate in ogni angolo del globo”

Lascia Un Commento, Fammi Sapere Cosa Pensi

Your email address will not be published.