Ritiri yoga 2021: SoulBreeze e la magia della Grecia

La primissima volta che ho preso parte a un ritiro di yoga è stato durante un viaggio nella mia amata Thailandia, dove ho trascorso un paio di settimane a stiracchiarmi sul tappetino in seguito a una forte delusione di amore. Sentivo forte la necessità di prendermi cura di me stessa da un punto di vista completamente nuovo, facendo qualcosa di diverso rispetto a tutto ciò a cui ero abituata fino a quel momento. 

Ricordo bene l’emozione delle prime ore, i dolori muscolari legati alla pratica svolta all’alba e al tramonto e, soprattutto, ricordo bene, anzi, benissimo quel senso di benessere e guarigione dell’anima che non avevo mai provato prima. 

Da allora ho preso parte a numerosi ritiri di yoga in giro per il mondo, da Bali all’Umbria, passando anche per la Grecia. Personalmente ogni occasione è buona per regalarmi un’esperienza di questo genere, proprio perché si tratta di un tipo di viaggio completamente diverso rispetto a qualsiasi altro tipo di esperienza. Durante un ritiro di yoga non si è né viaggiatori né turisti, ma si diventa tutti studenti e maestri. 

Sono appena rientrata in Italia dopo aver trascorso cinque giorni a dir poco meravigliosi in Grecia insieme a Soulbreeze Retreats e, come succede sempre in seguito a un ritiro di yoga, mi sento completamente cambiata. Sono più forte, più consapevole e più sicura di me stessa da tantissimi punti di vista. Fisico, emotivo e mentale.

Se ancora non riesci a rivederti nelle mie parole e se tutto questo è ancora nuovo per te e non hai ben chiaro in mente di cosa sia un ritiro di yoga, permettimi di fare un passo indietro e spiegarti per filo e per segno la mia intera esperienza insieme a Soulbreeze Retreats. Scommettiamo che ti farò venire voglia di partire il prima possibile? 

IN COSA CONSISTE UN RITIRO DI YOGA?

Photo credits @aurynf

Soulbreeze Retreats nasce dall’idea e dall’esigenza di Sofia, maestra di yoga certificata con una formazione di 500 ore, di dare vita a una serie di luxury retreats in cui avere la possibilità non solo di praticare la sacra disciplina dello yoga combinata ad esercizi di pranayama – respirazione – e meditazione, ma di creare un vero e proprio spazio sacro dove connettere con persone di tutto il mondo e avere l’occasione di dare ascolto alle proprie emozioni in un modo profondo e consapevole. 

La mia esperienza insieme a SoulBreeze Retreats è durata cinque, bellissimi giorni che porterò con me per sempre. Sono volata da Milano verso Atene per prendere parte al ritiro Flow Like The Ocean organizzato da SoulBreezeRetreats nella Riviera di Atene, a meno di un’ora di macchina dall’aeroporto della capitale ellenica. Per me si trattava della soluzione migliore e più semplice con partenza da Milano. 

Dopo aver trovato Sofia ad accogliermi in aeroporto, ci siamo spostate insieme verso la nostra villa, dove abbiamo trascorso l’intero ritiro e praticato yoga e rituali di purificazione e condivisione. 

Naturalmente è possibile scegliere tra vari tipi di sistemazione, a seconda delle proprie esigenze e del proprio budget. Durante l’intero soggiorno vengono serviti deliziosi piatti vegani, con la possibilità di chiedere anche piatti senza glutine.

Deliziosi e sanissimi piatti vegani che si rifanno alla tradizione greca – photo credits @aurynf
Ritiro di yoga – photo credits @aurynf

RITIRO DI YOGA: UNA GIORNATA TIPO

Per quanto l’idea di dedicarsi alla pratica quotidiana possa essere un tantino intimidatoria, specialmente per chi magari è alle prime armi con lo yoga, il livello di difficoltà della pratica rimane sempre adatto a tutti, naturalmente dettato dalla possibilità di ascoltare e assecondare le esigenze del proprio corpo e di prendersi un momento di pausa se necessario. 

MATTINA: La giornata inizia al mattino presto. Alle 8 io e le mie compagne di ritiro – anime bellissime provenienti da tutta Europa – siamo già pronte per esercitare il nostro om migliore e stiracchiarci per bene sul tappetino. 

La pratica è preceduta da una lezione di respirazione- pranayama – e meditazione guidata da Sofia, che mi ha permesso di trovare la giusta forza e radicamento non solo per praticare al meglio le asana di yoga, ma anche per sentirmi maggiormente presente e connessa durante l’intera giornata. 

L’approccio allo yoga di Sofia è stato esattamente ciò di cui avevo bisogno: un mix di consigli pratici per migliorare il proprio allineamento senza correre il rischio di farsi male, unito a informazioni di tipo energetico e spirituale sui chakra e sul nostro corpo energetico.

Ogni giorno abbiamo avuto modo di condividere le nostre emozioni e le nostre sensazioni attraverso esercizi di scrittura e journaling, ma anche semplicemente attraverso cerchi di condivisione, diventando in questo modo portavoce dei nostri sentimenti pur sentendoci forti nella nostra vulnerabilità. Ed è proprio in questo contesto che, secondo la mia esperienza personale, abbiamo avuto modo di sperimentare un forte senso di crescita e guarigione emozionale. 

L’intera pratica tra yoga, respirazione e meditazione dura circa tre ore – ovviamente condita da una luuuuunga shavasana – e ogni lezione si focalizza su un chakra differente, con esercizi e asana mirati al risveglio di quella zona del nostro organismo. 

PRANZO: Durante l’intero ritiro vengono servite pietanze vegane buonissime e rigorosamente dal sapore greco. Dalla tzaziki a base di yogurt vegetale a scorpacciate senza fine di insalata greca (ma quanto sono buone le olive greche? Oh Mio Dio, parliamone!)

Piatti leggeri, nutrienti e buonissimi, perfetti per avere la giusta energia per la pratica senza appesantire e intossicare l’organismo. Abbiamo consumato gran parte dei pasti in casa in un clima amichevole e informale, ma non è mancata l’occasione di visitare anche qualche taverna greca e fare il pieno dell’energia del posto. 

POMERIGGIO: A seconda del giorno, il pomeriggio è dedicato alle attività di esplorazione della zona, come gite in spiagge bellissime, villaggi, stradine, visite di tempi e siamo persino riuscite a fare una capatina in un negozio di cristalli! Naturalmente, se necessario, è pur sempre possibile rimanere nella propria stanza e riposarsi, meglio ancora se a bordo piscina, per vivere un’autentica esperienza di puro relax! 

SERA: La sera è un ottimo momento per condividere ancora emozioni, magari dopo una giornata trascorsa insieme al mare, seduti intorno a una tavola imbandita ricca di ottimo cibo vegano. Qualche chiacchiere e poi tutte a nanna presto, pronte per una nuova giornata di pratica ed evoluzione personale. 

Non solo yoga: un tuffo nel mare della Grecia – photo credits @aurynf

A CHI È ADATTO UN RITIRO DI YOGA? 

Letteralmente a chiunque. Non importa se si è già immersi nella pratica dello yoga e nel proprio cammino di guarigione spirituale da anni o se si tratta della prima volta sul tappetino. Chiunque senta la voglia, la curiosità e l’istinto di regalarsi dei giorni di pura medicina per corpo e anima dovrebbe ascoltare e assecondare la propria voce interiore.

Il lavoro attraverso noi stessi è infinito e costante, e ogni occasione è buona per smuovere nuove emozioni. 

Personalmente ciò che preferisco in assoluto di questo genere di esperienze è la connessione sacra che si crea tra i partecipanti: ci si incontra come sconosciute e ci si saluta come sorelle, superando limiti linguistici, culturali, di età e appartenenza sociale. 

Con il cuore aperto e predisposto al cambiamento, chi più e chi meno troverà il coraggio di trasformare la propria vulnerabilità nel più grande punto di forza a propria disposizione. 

Se hai voglia anche tu di tuffarti in un’esperienza di questo tipo, dai uno sguardo a tutte le date disponibili per prendere parte a un ritiro in Grecia oppure online insieme a Soulbreeze Retreats. 

E le sorprese non finiscono qui! La mia community ha diritto a ricevere uno sconto di 100 euro utilizzando il codice LAZY100 prenotando direttamente su SoulBreeze Retreats.  

Photo Credits: @aurynf

Rituali di purificazione –photo credits @aurynf
Yoga – photo credits @aurynf
Rituale di chiusura del ritiro presso il Tempio di Poseidone – photo credits @aurynf

Condividi questo post ;)
Nata in Salento, fin da piccolina immaginavo che le mie bambole provenissero da paesi diversi. Poi sono cresciuta e il mondo intero si è trasformato nel mio parco giochi. Traduttrice Freelance e Travel Writer assetata di storie da raccontare.

Sito web Facebook

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

FacebookInstagramPinterest