Viaggio in Iran: tutto quello che devi sapere prima di partire

Partire alla scoperta di un viaggio in Iran è sicuramente una delle decisioni migliori che abbia mai preso. Da brava trotterellina professionista ho avuto la fortuna di superare i confini di numerosi paesi e devo ammettere che poche volte sono rimasta colpita e affascinata come è successo in Iran.

La perla del medio oriente, la terra natale di autori dalla penna e la mente sopraffine del calibro di Hafez e Rumi, la culla della civiltà e un paese che, purtroppo, continua ad essere vittima di troppi pregiudizi.

Chiunque abbia scelto di visitare l’Iran potrà dare conferma alle mie parole: si tratta di una terra straordinaria, pregna di fascino, storia, cultura e magia che aspetta solo di essere visitata con rispetto, amore e tanta curiosità.

Ho avuto la fortuna di partire alla scoperta del mio viaggio in Iran da sola ma coccolata dalle mani sapienti di AM Persia, del CICE – Centro Italo Iraniano e AITO Tours, affidandomi alla loro esperienza per la gestione dei mezzi di trasporto e alberghi.

Otto giorni in questa terra incantevole sono serviti a darmi la conferma del fatto che l’Iran fa parte dei miei paesi preferiti al mondo e che non vedo l’ora di organizzare una nuova partenza.

Voglio condividere con te tanti consigli che ti serviranno a programmare il tuo prossimo viaggio in Iran per aiutarti a godere al massimo di questa terra che sicuramente riuscirà a farti innamorare a prima vista.

Viaggio in Iran: tutto quello che devi sapere prima di partire

Andare in Iran è pericoloso?

Assolutamente no. E questo è un mito che tengo moltissimo a sfatare. Per quanto i media vogliano riempirci la testa e gli occhi di informazioni che non sempre corrispondono con la realtà, l’Iran è un paese estremamente sicuro.

Il popolo iraniano è di un’ospitalità immensa e, come accade in tutti i paesi governati da un regime dittatoriale e proibizionista, è genuinamente curioso di conoscere la voce, l’esperienza e la cultura dei visitatori provenienti da altre nazioni. E se devo essere completamente sincera mi sono sentita più sicura a camminare in giro per le strade di Tehran e non di Milano.

Naturalmente poi, come avviene in ogni parte del mondo, bisogna sempre cercare di fare attenzione: sei comunque un turista straniero e quindi occhi aperti a borsa, valori personali e portafogli, evita di infilarti all’interno di vicoli e stradine isolate e cerca di mantenere gli occhi sempre aperti, proprio come se fossi in qualsiasi altro paese straniero.

Oltre ad applicare le regole basi di sicurezza di ogni viaggiatore, preparati a dormire sogni tranquilli: l’unica cosa di cui aver paura in Iran sono i chili di troppo che correrai il rischio di mettere su a causa di tutto quel cibo delizioso!

Visitare l’Iran da soli: sì o no?

Anche in questo caso la risposta è assolutamente sì. In quanto donna che viaggia da sola non ho avuto nessunissimo problema e anzi: a differenza di altri paesi, non ho mai avuto quella sensazione di essere guardata come un mero pezzo di carne ambulante e non come una donna.

Gli uomini in Iran sono molto rispettosi e, indossando i giusti indumenti e facendo sempre un minimo sindacale di attenzione, non avrai nessun problema. Lungo il mio cammino ho incontrato altre donne in viaggio da sole in Iran e nessuna di loro ha avuto nulla da dire a questo riguardo.

viaggio in iran, iran, visitare iran

Visto per l’Iran: come si prende?

Sebbene l’idea di riuscire a ottenere un visto turistico per l’Iran possa spaventarti, anche in questo caso ho delle ottime notizie per te. Il Governo Iraniano ha deciso di incrementare il turismo nel paese, permettendo di ottenere un visto di 30 giorni senza troppi sbattimenti. Esistono vari modi per ottenere un visto: qui ti spiego passo per passo come fare.

Moneta Iraniana: come funziona?

E qui si apre un mondo che, se devo essere del tutto sincera, per me continua a rimanere un mistero. L’Iran ha due tipi di moneta: il rial e il toman. Il rial viene utilizzato solo nelle banche o nelle transazioni ufficiali, mentre nella vita quotidiana, per strada, nei bazaar, negli alberghi e quant’altro, si usano i toman.

Come fare a capire la differenza? 1 toman corrisponde a 10 rial, quindi quando ti verrà detta una cifra in toman non dovrai fare altro che aggiungere uno zero per convertirla in rial. Se devo essere del tutto sincera per tutto il tempo in cui mi sono ritrovata a viaggiare in Iran non ci ho mai capito niente.

La maggior parte delle volte mi capitava di dare la cifra sbagliata – sempre in eccesso – e di trovare davanti a me persone onestissime che mi facevano capire il mio errore, a conferma del fatto che l’Iran non solo è un paese sicuro, ma anche un luogo in cui ci si può fidare della gente locale!

Bancomat in Iran

I bancomat iraniani non accettano le carte di credito occidentali.

Sebbene durante la tua vacanza in Iran non farai altro che vedere decine e decine di bancomat susseguirsi uno dopo l’altro… sappi che per te sono completamente inutili. Avrai bisogno di viaggiare alla vecchia maniera: niente carta di credito e contanti nascosti nel reggiseno o nei calzini.

Dove cambiare il denaro in Iran?

Ti sconsiglio vivamente di cambiare i tuoi soldi in banca, dove viene applicato un tasso di cambio più alto e ti verrà trattenuto il 10%. Inoltre, nessuno – e dico veramente nessuno – fa riferimento al tasso di cambio delle banche.

Troverai invece una grande offerta al “mercato nero”: se non sai come fare non avere paura. Ti basterà camminare per strada e qualcuno si avvicinerà a te con fare semi malandrino per chiederti se hai bisogno di cambiare del denaro.

Naturalmente, fai attenzione a banconote false o in cattive condizioni.

viaggio in iran, iran, visitare iran

Quando andare in Iran?

Basta prendere una cartina dell’Iran per rendersi conto della sua posizione geografica: al confine con Iraq, Afghanistan, Pakistan, Armenia e Arzebaijan, nella perla del medio oriente le temperature possono diventare a dir poco scottanti.

Il periodo migliore per visitare l’Iran va da marzo a maggio, quando l’arrivo della primavera renderà la tua esperienza di viaggio ancora migliore.

In molti sconsigliano di visitare l’Iran in occasione del nawruz, vale a dire il capodanno persiano che coincide con l’arrivo della primavera. Personalmente ho deciso di partire proprio durante quei giorni, per avere l’occasione di vedere con i miei occhi i festeggiamenti, e in effetti posso dire che si corre il rischio di trovare attrazioni super affollate, attività chiuse per ferie e tanto, tantissimo traffico.

Si tratta comunque di un momento di festa e io ero curiosa di poterlo sperimentare in prima persona: a parte un po’ di caos non ho avuto grosse difficoltà.

In alternativa, l’autunno è un altro periodo dell’anno in cui le temperature sono miti e ideali per godersi l’atmosfera iraniana.

viaggio in iran, iran, visitare iran, come vestirsi in iran

Internet in Iran: funziona?

E qui si apre un capitolo a parte. L’Iran è uno dei paesi maggiormente colpiti da filternet, vale a dire imposizioni di censura applicate da governi dittatoriali.

Sebbene Instagram sia estremamente popolare, specialmente tra le nuove generazioni – tutti ti chiederanno come ti chiami sul social e inizieranno a seguirti – durante il tuo viaggio in Iran non avrai la possibilità di connetterti a Facebook, YouTube, Twitter, BBC, NY Times, CNN, Buzzfeed, Huffington Post, e in alcuni casi anche a Gmail – anche se personalmente non ho avuto difficoltà.

Come risolvere il problema? Semplice: avrai bisogno di scaricare un VPN per raggirare la censura e collegarti a un server di un altro paese. Basta fare una piccola ricerca online e ne troverai tantissimi: io personalmente ho scaricato prima PureVPN e mi sono trovata malissimo! Non funzionava nulla, si impallava tutto, persino la funzione di chat diretta con il servizio clienti per cercare di risolvere il problema.

Qualche parolaccia più tardi ho deciso di scaricare Nord VPN  e non ho avuto nessunissimo problema 🙂

Velocità

La maggior parte degli alberghi, ostelli, ristoranti e caffè offrono il WiFi, ma a una velocità veramente snervante. Se come me sei nomade digitale e quindi non fai altro che lavorare viaggiando, mettiti pure l’anima in pace: durante il tuo viaggio in Iran riuscirai a concludere poco e niente.

Come ancora di salvezza, potrai però acquistare una sim locale per meno di 10euro.

Whatsapp in Iran

Whatsapp in Iran funziona tranquillamente e viene utilizzato da tantissime persone locali. Tuttavia, il servizio di messaggistica che va per la maggiore in Iran è Telegram: se ancora non ce l’hai ti consiglio di scaricarlo.

viaggio in iran, iran, visitare iran

Come vestirsi in Iran?

La questione dell’abbigliamento per le donne in Iran ha bisogno di seguire delle regole specifiche. Sebbene ci sia un margine di tolleranza più alto nei confronti delle turiste, in Iran l’utilizzo dello jihab è obbligatorio, anche per le occidentali.

Per prima cosa, voglio fare una differenza tra i vari tipi di velo che vengono indossati dalle donne nei paesi mussulmani:

  • Hijab: velo allacciato sotto la gola per coprire il capo e le spalle
  • Chador: indumento simile a una mantella che copre il corpo nella sua interezza, lasciando solo il volto scoperto
  • Burka: indumento simile a una mantella che copre il corpo nella sua interezza, incluso il volto, lasciando solo una striscia per gli occhi

In Iran la maggior parte delle ragazze indossa l’hijab, sebbene alcune donne indossano anche il chador. La maggior parte delle ragazze indossa abiti occidentali, proprio come quelli che indossiamo noi, a patto che coprano completamente braccia e gambe. In giro vedrai delle ragazze con uno stile bellissimo, capaci di rendere il l’hijab un accessorio personale.

Tu dovrai fare attenzione a rispettare sempre il giusto dress code: indossa pure un paio di leggins o jeans stretti, a patto che sopra tu abbia una grossa veste che ti copra fin sotto il sedere, e che le tue braccia siano coperte. Nessun problema per piedi e caviglie in vista, ma per il resto dovrai essere coperta, incluso il capo.

Io ho indossato principalmente un paio di jeans con sopra un grosso camicione fino alle ginocchia o una grossa tunica, sempre con sotto i jeans. Ti consiglio anche di indossare dei tessuti leggeri e al massimo di aggiungere ulteriori strati sopra, per evitare di sentire troppo caldo – fidati: il sole brilla che è una meraviglia.

Fai un salto ai bazaar locali e troverai delle bellissime sciarpe e potrai approfittarne per aggiungere un pizzico di Iranian twist al tuo outfit di viaggio.

Come mi sono sentita a indossare l’hijab?

Sinceramente non mi ha dato fastidio e non l’ho trovato come un’imposizione sul mio essere donna.

In alcuni casi mi è anche piaciuto: si tratta di uno strumento in più per entrare a contatto con la cultura locale. Ti consiglio vivamente di scegliere una sciarpa dal tessuto leggero: quando le temperature sono alte ti assicuro che ripenserai alle mie parole.

viaggio in iran, iran, visitare iran, come vestirsi in iran

Cosa si mangia in Iran?

La cucina iraniana è un trionfo per il palato e un sacrilegio per qualsiasi vegetariano: personalmente mi definisco flexetarian, nel senso che nella mia vita quotidiana scelgo di non mangiare la carne, ma quando sono in viaggio in paesi in cui è proprio questo uno degli ingredienti principali, non mi tiro indietro.

Qualsiasi cosa, ovunque andrai, sarà buonissima. Non solo: i persiani hanno l’abitudine di mangiare seduti per terra o su delle panche tradizionali, dispiegando una tovaglietta in plastica strategica; oltre ai sapori della sua cucina, l’intero rituale di condivisione ti rimarrà nel cuore.

La maggior parte dei piatti sono a base di carne, tra i miei preferiti, vincono:

  • Kebab: spiedini di carne di agnello accompagnati da pane naan, pomodoro arrostito e una cipolla – da mangiare cruda per rinfrescarsi la bocca – e succo d’arancia
  • Dizi: stufato di carne di montone cotto in pentola di coccio insieme a verdure e legumi

viaggio in iran, iran, visitare iran, cosa mangiare in iran

Goditi il tuo viaggio in Iran, sono certa che riuscirà a stregarti l’anima tanto quanto me. Se ancora non sei parte del gruppo Facebook See You in Iran ti consiglio di rimediare subito: si tratta della più grande community online in lingua inglese che unisce gente locale e viaggiatori che desiderano visitare l’Iran. Troverai informazioni e contatti molto utili. Divertiti e assapora ogni istante!

Questo post è stato scritto in collaborazione con AM Persia, CICE – Centro Italo Iraniano e AITO Tours

 

 

Lascia Un Commento, Fammi Sapere Cosa Pensi

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.